Isteroscopia

L’Isteroscopia propone di esplorare la parete interna dell’utero e della cervice (mucosa o endometrio) utilizzando un endoscopio.

Come viene eseguita la procedura?

L’isteroscopia diagnostica a differenza della chirurgia isteroscopica non richiede anestesia generale ed utilizza un endoscopio flessibile. L’esame deve aver luogo al di fuori del periodo mestruale, nella prima parte del ciclo. L’esame avviene in perfette condizioni di sterilità. Il medico inserisce uno speculum per disinfettare il collo dell’utero. L’isteroscopio è inserito nell’apertura della cervice e sale all’interno della cavità uterina per completare la sua esplorazione. Gas o soluzione salina vengono utilizzati per rendere meglio visibili le pareti endometriali. Sono necessari circa 20 minuti. Questa è un breve resoconto della procedura.

Dopo l’esame, si può mangiare e bere normalmente. Alcuni sanguinamenti poco abbondanti si verificheranno per un paio di giorni.

Risultati: Il medico vi darà un primo commento.

E poi i risultati definitivi e come eventualmente procedere:

  • identificare anomalie;
  • prendere campioni per analisi di laboratorio.
  • fare piccoli interventi chirurgici (asportazione di polipi o fibromi, raschiamento) .

Si cerca:

  • un fibroma;
  • segni di infiammazione o infezione;
  • ostruzione;
  • tumore;
  • una malformazione;

Si afferma nei risultati:

  • sterilità;
  • ripetuti aborti;
  • dolore e sanguinamento vaginale;

I rischi sono pochi e di lieve entità. L’esplorazione uterina può irritare la mucosa e creare un lieve sanguinamento. La complicanza più grave è l’infezione dell’utero ma rimane eccezionale. Se il dolore o la febbre si verificano nei giorni successivi l’esame, consultare il medico immediatamente.

© 2017 Clinic of prof. S. Khmil| Designed and DEVELOPED by wpDEX